Privacy rubata e attivazione abbonamenti: le nuove truffe degli hacker su Whatsapp

WhatsApp continua ad essere il bersaglio preferito per i truffatori. Attenti a questi messaggi, potrebbero farti perdere l’account.

L’app di messaggistica istantanea maggiormente utilizzata è diventata terreno fertile per gli hacker.

whatsapp truffa
Fuga di dati su YoWhatsApp e WhatsApp Plus – finanzarapisarda.com

WhatsApp così come Telegram sono le due app di messaggistica preferite ogni giorno dagli utenti. Tra i tanti messaggi che si possono ricevere, purtroppo, è possibile scorgere messaggi che non sempre vengono inviati con le giuste intenzioni. Spesso si tratta di vere e proprie truffe architettate per colpire gli utenti che non hanno capacità di riconoscere i messaggi phishing e che cadono facilmente nei tranelli degli hacker. Che aspetto ha un messaggio-truffa? Per spiegarvi al meglio i messaggi di cui diffidare porteremo un semplice esempio: “Gentile utente, dalla prossima settimana ogni messaggio inviato su Whatsapp costerà 0,01 euro, per non pagare è necessario confermare il proprio account premendo su questo link”. Leggendo questo messaggio, i meno esperti saranno maggiormente portati verso il click sul link fornendo una sorta di lasciapassare ai truffatori.

Le truffe su YoWhatsApp e WhatsApp Plus

Le due app appena citate sono delle app non ufficiali per Android che permettono funzionalità aggiuntive per WhatsApp ma veicolano il trojan Tirada. Questo trojan utilizza i privilegi root per sostituire i file di sistema e impiega vari metodi per nascondersi e diventare invisibile. Inoltre, dopo aver infettato il dispositivo, gli aggressori scaricano ed eseguono virus dannosi sul dispositivo, oltre ad impossessarsi delle chiavi dell’account sull’app ufficiale di WhatsApp. A causa di questa problematica, l’azienda russa Kaspersky ha svolto alcune indagini e ha diffuso un nuovo report nel quale si evidenzia la pericolosità del trojan Tirada nelle app non ufficiali di Whatsapp. L’azienda ha così commentato la pericolosità delle nuove azione dei pirati della rete: “Ogni anno veniamo a conoscenza di alcuni problemi in WhatsApp che mettono a rischio tutto ciò che riguarda i dispositivi degli utenti. Il che significa che è quasi certo che esiste già una nuova falla di sicurezza. Tali problemi non sono affatto causali: sono piantati in backdoor. Se una backdoor viene scoperta e deve essere rimossa, ne viene aggiunta un’altra”.

hacker
Come proteggersi dagli hacker – finanzarapisarda.com

Come proteggersi dagli hacker

Kaspersky suggerisce una serie di pratiche di sicurezza che bisognerebbe adottare per non cadere nella trappola degli hacker. L’unico modo per proteggersi sarebbe quello di affidarsi esclusivamente al client sviluppato dalla casa madre di WhatsApp, ovvero Meta, rilasciato direttamente sugli store ufficiali (in questo caso Play Store perché queste versioni particolari di WhatsApp sono scaricabili unicamente su Android). Bisogna riguardarsi dallo scaricare le versioni non ufficiali dell’app scaricabili da fonti terze perché potrebbero nascondere virus che potrebbero facilmente infettare il proprio smartphone ed esporre i propri dati sensibili agli hacker.