Tariffe telefoniche scontate per persone con disabilità e legge 104: chi può fare domanda

La normativa tributaria ha previsto diverse e assai importanti agevolazioni fiscali per le persone  affette da  disabilità e anche per  i loro familiari. Ma quali sono? Scopriamole insieme…

Tra queste, una detrazione Irpef del 19% e l’Iva agevolata al 4% per l’acquisto di un’auto e di mezzi d’ausilio tecnici e informatici.

Tariffe telefoniche Finanza Rapisarda

Il trattamento agevolato in caso di donazioni e successioni

Oltre ad altri vantaggi per l’abbattimento delle barriere architettoniche, per le spese sanitarie di assistenza e le detrazioni per i figli a carico, ci sono altri aiuti pensati dal Governo per aiutare i disabili e i loro cari. In particolare i disabili in situazione di gravità ai sensi della legge 104/93 articolo 3 comma 3 possono fruire di un trattamento agevolato in caso di donazioni e successioni.

Dal 2016 è stato -inoltre- aumentato a 750 euro l’importo detraibile per i premi versati per le polizze assicurative, a tutela delle persone con disabilità- lo ribadiamo al fine di evitare il crearsi inutili confusioni-  grave, che coprono anche  il rischio di morte. Altri vantaggi- poi-  riguardano solo ed esclusivamente  alcune categorie di disabili, come i ciechi e i sordi.

Servizi di comunicazione elettronica 

 Agli utenti ciechi (totali e parziali) e sordi,  che cosa spetta?   La delibera Agcom n. 290/21/CONS ‘Disposizioni in materia di misure riservate a consumatori con disabilità per i servizi di comunicazione elettronica da postazione fissa e mobile’ aveva ampliato la platea dei beneficiari. Includendo anche gli invalidi con gravi limitazioni della capacità di deambulazione, dunque- in poche parole-  i soggetti a cui sono riconosciuti particolari vantaggi fiscali di cui all’articolo 30, comma 7, della legge n. 388/2000, certificati – ovviamente- nei verbali della Commissione medica. Dunque per loro sono previsti degli sconti che vanno comunque sempre verificati con i vari gestori telefonici che sono disponibili sul mercato e che è bene contattare per saperne di più.

Che cosa ha deciso L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni aveva così stabilito: per la rete fissa: uno sconto del 50% dell’offerta voce e dati per cui era già presente un contratto. Oppure, ha anche dato  la possibilità di scegliere, tra le varie opzioni disponibili, quella più adatta alle esigenze degli utenti disabili, mantenendo- però-  la stessa  identica scontistica, quindi  per la rete mobile uno sconto del 50% su un’offerta voce e dati inferiore a 50 gigabyte , sebbene superiore a 20 gigabyte.  Stessa cosa da mettere in atto  su un’offerta con disponibilità di dati maggiore di 50 gigabyte , ma comunque sia  limitata,  o ancora su un’offerta illimitata.

Tariffe telefoniche Finanza Rapisarda

La domanda è scaduta

Per aderire a una di queste agevolazioni , scegliendo – però- o la rete fissa o quella mobile,   e mai e poi mai   entrambe,  era necessario inviare un’apposita domanda nella pagina dedicata sui siti degli operatori fino al 1 aprile 2022. Lo sconto è stato previsto per un periodo sperimentale di 12 mesi, a partire dal 30 aprile 2022. Ora come ora  non è- purtroppo-  più possibile- aderire alle agevolazioni sulla linea telefonica e internet per i disabili con gravi limitazioni della capacità di deambulazione.

L’Agcom ha- tuttavia-  comunicato che, al termine di questo periodo di sperimentazione, che  potrà rivedere la disciplina delle agevolazioni e – pertanto- eventualmente modificare l’elenco dei beneficiari.