Indice di vivibilità climatica, la classifica delle città con il clima migliore in Italia

Sono ben  108 i capoluoghi di provincia italiani passati in rassegna dal nuovo strumento per misurare la qualità della vita rispetto al clima messo a punto da Corriere della Sera e IlMeteo.it La classifica dove non mancano anche brutte sorprese…

Temperatura media, umidità e vento. Sono questi soltanto  alcuni degli indicatori alla base del nuovo indice di vivibilità climatica elaborato Corriere delle Sera insieme al IlMeteo.it.  .

quali sono le città col miglior clima in Italia?
Città col miglior clima in Italia Finanza Rapisarda

L’indice è costruito considerando i dati relativi a 13 parametri metereologici assunti in funzione della sensazione di benessere degli abitanti. I fattori comprendono: calore, notti tropicali, ore di sole, ondate di caldo, escursione termica, giorni freddi, nebbia, nuvolosità diurna, comfort per umidità, raffiche divento, brezza estiva, giornate di pioggia e precipitazioni intense. Insomma, della serie: “chi ne ha , più ne metta”!

A ognuno viene  poi assegnato uno specifico punteggio che  contribuisce in seguito  all’estrapolazione di una valutazione complessiva dalla quale discende la posizione nella classifica generale.

Al decimo posto  troviamo L’Aquila. Il capoluogo abruzzese raccoglie in totale 659 punti grazie soprattutto a due indici: le ondate di calore, che sono limitate al punto da valerle il primato nella relativa classifica, e le piogge intense, anch’esse molto rare e quindi valide per la seconda posizione. Uniche note dolenti, i giorni freddi (104°posto), che sono stati 14 durante l’anno, e le raffiche di vento (82° posto), ben quattro sul totale dei 365 giorni. E poi come prosegue questa assai speciale classifica?

L’Aquila, Crotone, Trapani e Siena, dal decimo al settimo posto

Subito dietro L’Aquila ecco spuntare Crotone che, con i suoi 661 punti complessivi, si contraddistingue in positivo per scarsa escursione termica e quasi totale assenza di nebbia (fattori rispetto ai quali si colloca terza in entrambe le classifiche parziali). Spiccano- invece- in negativo le notti tropicali (sopra i 20 gradi) e le raffiche di vento (rispettivamente 107ᵃ e 108ᵃ). Dati alla mano,  le prime sono state ben 122 su 365 totali e le seconde 49.

All’ottavo posto  troviamo Trapani. A spingere verso la città siciliana verso i suoi complessivi 663 punti, il primato per giornate di brezza estiva e la ridotta escursione termica (5ᵃ), oltre alla scarsa presenza di nebbia e nuvolosità diurna. Male invece, così come era stato- del resto-  per Crotone, sul fronte delle notti tropicali e delle raffiche di vento.

Settima  è la città di Siena  che conquista meritatamente 672 punti soprattutto perché è tra quelle   meno ventose e contraddistinte dal maggior numero di notti fresche. Unico neo l’escursione termica, tra le più elevate del Paese con una forbice media giornaliera di 11 gradi centigradi.

Arezzo, Ancona, Catanzaro e Massa, dal sesto posto in poi

Al sesto posto  troviamo ancora  la Regione Toscana ma questa volta  a rappresentarla è   Arezzo con i suoi 680 punti. La città è prima per scarsità di piogge intense e quarta per mancanza di vento forte,  tuttavia sembra non essere interessata neppure dal caldo eccessivo. Non per nulla sono assai  poche sia le notti tropicali e sia le ondate di calore.  Ma- a onor del vero – anche fin troppo poche, vista l’ assai elevata quantità di giorni freddi (ben sei con temperature massime sotto i tre gradi), che valgono al capoluogo di provincia l’89esimo posto nella relativa classifica.

Al sesto posto troviamo Ancona che  vanta un totale di 700 punti e svetta su tutte altre grazie al più basso indice di calore (zero giornate con temperatura percepita sopra i 30°C per almeno un’ora) e alla migliore escursione termica, solo 3 gradi in valor medio giornaliero. Male , ma proprio male,  sul fronte delle notti tropicali e delle raffiche di vento.

Al quarto posto ma in realtà a parimerito  c’è Catanzaro che è tra i migliori d’Italia (rispettivamente 2° e 4°) per assenza di nebbia e comfort dato dall’umidità dell’aria mentre, al pari delle altre città del sud afflitte dal caldo, risente negativamente di notti tropicali, ondate di calore e mancanza di brezza estiva.

E ora arriviamo al podio: al terzo posto troviamo Massa. Il capoluogo toscano racimola un totale di 717 punti complessivi perché è poco umida (1ᵃ per assenza di nebbia, 7ᵃ per comfort dato dall’umidità) e al contempo pure  poco fredda (nessun giorno in tutto l’anno con temperatura massime sotto i tre gradi). Tra i dati negativi, gli indici di piovosità e piovosità intensa (sono ben 57 i giorni del 2021 in cui si è riversato sul terreno oltre un millimetro di precipitazioni).

Seconda Savona e prima Imperia

Seconda è Savona che  conquista 719 punti totali spinta dalla quasi totale assenza di raffiche di vento (un parametro in cui supera tutte le 107 rivali) e da nessun giorno con temperature massime inferiori ai tre gradi centigradi.  I valori peggiori nel suo ventaglio di indici riguardano le ondate di calore e la nebbia, rispetto ai quali risulta rispettivamente 63ᵃ e 55ᵃ. E sapete chi ha vinto e si trova al primo posto? Imperia! Il capoluogo ligure ha totalizzato  la bellezza di 723 punti complessivi. Ottime posizioni anche per i giorni di pioggia e l’indice di calore mentre gli unici dati negativi riguardano la siccità, che vede la città al 93° posto, e le raffiche di vento, per cui si piazza al 105° posto.

quali sono le città col miglior clima in Italia?
Città col miglior clima in Italia Finanza Rapisarda
Fuori dai giochi è  Milano, Brescia e Roma che non sono state ritenute meritevoli a livello climatico, seppur città molto belle da visitare, ricche di storia  e molto intense dal punto di vista lavorativo.  Troppo lo smog e l’indice di umidità che quest’anno nei periodi estivi ha toccato picchi elevatissimi e la scarsità di pioggia, le rendono poco appetibili al fine di poter gareggiare in una classifica del genere.