Prestito personale, ora si può: cos’è e chi può richiederlo

Il prestito personale è un credito ai consumatori che consiste nel finanziamento di una determinata somma che verrà rimborsata secondo un piano di pagamento a rate.

In questo articolo mostreremo come chiedere il prestito e come calcolare le varie tasse da pagare.

prestito personale
Prestito personale come richiederlo – finanzarapisarda.com

Il finanziamento rappresenta una forma di credito ai consumatori non finalizzata. Viene spesso richiesto per bisogni personali come ad esempio l’acquisto di un auto o di beni immobili. Anche la necessità di avere denaro liquido porta verso la scelta di chiedere un finanziamento. Non sempre questa richiesta di denaro deve essere finalizzata, ciò significa che la somma non ha bisogno di una giustificazione per essere richiesta. Il richiedente non dovrà spiegare come utilizzerà il denaro richiesto.

Come si richiede il prestito non finalizzato?

Il primo step per richiedere il prestito personale è rivolgersi ad un istituto finanziario autorizzato o una banca. Affinché il prestito possa andare a buon fine è necessario rispettare tutta una serie di regole:

  • Avere un’età compresa tra i 18 e 70 anni (in media), in alcuni casi l’età massima può anche andare oltre i 70 anni;
  • Poter dimostrare che la somma richiesta può essere rimborsata;
  • Avere a disposizione busta paga, nel caso dei lavoratori dipendenti e la dichiarazione dei redditi, nel caso dei lavoratori autonomi. Per i pensionati basta esibire il cedolino della pensione. Tali documenti serviranno soprattutto per dimostrare la capacità che un soggetto ha di rispondere al rimborso attraverso un reddito dimostrabile.
prestiti
Prestito non finalizzato – finanzarapisarda.com

Le tipologie di prestito

In base alle esigenze del richiedente, esistono varie tipologie di prestito:

  • Delega di pagamento: il rimborso del prestito richiesto può essere pagato con rate mensili che verranno sottratte dallo stipendio;
  • Cessione del quinto: sempre da sottrarre allo stipendio o cedolino della pensione, come nel caso precedente la somma da sottrarre non può superare un quinto della somma guadagnata al mese;
  • Fiduciario: tale prestito è destinato a persone che hanno urgente necessità di denaro. Viene concesso solo se il richiedente può dimostrare di poter adempiere al pagamento;
  • Finalizzato: viene richiesto a chi vende un servizio o un bene e lo paga a rate;
  • Vitalizio ipotecario: destinato ai proprietari di casa con un’età superiore ai 60 anni. La somma è concessa dopo l’iscrizione dell’ipoteca sull’immobile.