Bonus fotovoltaico, dimentica le bollette: il futuro è adesso

Sei stanco di pagare bollette astronomiche con costi fissi che non comprendi? Ora è il momento giusto per renderti indipendente grazie al Bonus fotovoltaico e sistemi di accumulo energia.

Bonus energia rinnovabile
Bonus fotovoltaico – finanzarapisarda.it

I pannelli fotovoltaici sono si possono considerare un vero e proprio investimento visto il continuo aumento delle bollette, ora si possono acquistare grazie alle agevolazioni predisposte dal Governo. L’ultima iniziativa riguarda il credito d’imposta dell’Agenzia delle Entrate che consentono di installare il sistema di accumulo di energia ecosostenibile recuperando le spese sostenute nel corso degli anni.

L’impianto fotovoltaico rappresenta un sistema ecologico per non danneggiare ulteriormente il Pianeta, ma anche un ottimo sistema per risparmiare affrontando la crisi energetica in modo intelligente. Si tratta di un sistema efficace anche grazie ai sistemi di accumulo che consentono lo stoccaggio di energia grazie al quale è possibile distaccarsi completamente dalla rete elettrica.

Agevolazioni statali per l’energia, Bonus

I decreti emessi nel corso degli ultimi anni hanno reso più semplice la procedura per chi vuole passare all’energia rinnovabile. I Bonus di riqualificazione energetica decisi dal Governo sono diventati, ora più che mai, non solo una scelta ma una vera e propria necessità. Un investimento che porta a un guadagno sicuro grazie al forte risparmio sulle bollette senza rinunciare alle proprie abitudini e comodità. Da poco è stato disposto un nuovo Bonus dall’Agenzia delle Entrate fruibile dai cittadini che ne fanno richiesta. Un aiuto concreto per l’installazione dei sistemi di accumulo collegati ai pannelli fotovoltaici.

Chi può usufruire del Bonus energie rinnovabili

Per poter richiedere l’agevolazione riguardante gli impianti fotovoltaici, è necessario affrontare la spesa dal 1 gennaio fino al 31 dicembre 2022 e poterla documentare. Nel momento in cui si effettua il pagamento tracciabile con bonifico all’azienda installatrice, si deve selezionare l’apposita dicitura riguardo la riqualificazione energetica.

Inoltre chi ha già installato sistemi di accumulo di energia elettrica proveniente da fonte rinnovabile può usufruire del Bonus fotovoltaici in caso di aumento o ristrutturazione vecchio impianto. (D.L. n. 91/2014). L’Agenzia delle Entrate, comunicherà a breve la percentuale di cui si potrà usufruire con il credito d’imposta. Un dato che può variare a seconda del numero di richieste pervenute e dei fonti disponibili per l’anno in corso.

Bonus energia
Bonus energia rinnovabile- finanzarapisarda.it

Come fare la richiesta per il Bonus energia rinnovabile

La domanda per ottenere le agevolazioni sugli impianti di energia ecosostenibile, può essere inviata durante l’anno prossimo ed esattamente tra il 1 marzo e il 30 marzo 2023. Tale richiesta può essere inoltrata sia dal beneficiario che da un intermediario e deve essere inviata solo per via telematica. Basta accedere all’area riservata sul sito ufficiale dell’AdE e seguire la procedura.

Una volta inviata la domanda, entro i cinque giorni successivi, si ottiene una ricevuta con la quale si attesta la ricezione e presa in carico della richiesta da parte degli uffici preposti. Nello stesso modo si può ricevere la comunicazione del rifiuto della domanda con relativa motivazione. Il Bonus dell’Agenzia delle Entrate si può utilizzare anche nella dichiarazione dei redditi per il periodo di imposta 2022. In questo modo verrà calcolata la diminuzione delle imposte da pagare e nel caso vi sia un avanzo sarà inserito nella dichiarazione degli anni successivi fino a fruire del totale del credito d’imposta.