Risparmiare con il conto corrente si può, ma quanto ci costa?

Si stima che la maggior parte degli italiani ha sul proprio conto corrente oltre i 20 mila euro. 

Il numero delle persone che scelgono la strada del risparmio è in netto aumento, parliamo del +2,6% rispetto al 2021.

conto corrente
Conto corrente, il più scelto dagli italiani – finanzarapisarda.com

A causa delle diverse problematiche economiche cui l’Italia sta andando incontro, complici il caro bollette e l’inflazione, sono sempre più gli italiani che optano per il risparmio del proprio denaro. Gli italiani, infatti, per resistere alla crisi scelgono la strada del risparmio accumulando sempre più denaro sul conto corrente. Molte analisi di mercato hanno, inoltre, dimostrato come in media, i correntisti italiani, abbiano un saldo di circa 20.000 euro. Fin qui la scelta sembrerebbe quella giusta, se non fosse per un problema in particolare che sta indispettendo non poco i cittadini: i conti correnti sono sempre più costosi.

Caro conto corrente

E’ stato dimostrato come il conto corrente, lo strumento di deposito più amato dagli italiani, sia aumentato fino al 34%. Nonostante il conto corrente sia una delle alternative migliori per conservare in totale sicurezza i propri risparmi, è bene chiederci: fino a che punto la scelta del conto corrente può dirsi la scelta migliore? Negli ultimi anni si è verificato un aumento generale dei costi di gestione del conto corrente, si tratta di piccoli aumenti che però potrebbero rivelarsi insidiosi per molti risparmiatori. A dimostrazione di ciò vi sono alcune ricerche di Altroconsumo che hanno dimostrato come è cambiato l’ICC (Indicatore dei Costi Complessivi) negli ultimi 12 mesi. Il risultato ha dimostrato un aumento dei costi tra l’8% e il 34% con costi compresi tra i 27 e i 152 euro in più all’anno. A tali costi andranno sommati i relativi aumenti per le commissioni e altre spese accessorie.

spese conto corrente
Le spese annue del canone conto corrente sono aumentate – finanzarapisarda.com

Come controllare il costo annuo del conto corrente

Ogni anno, la banca a cui fa fede il proprio conto corrente, invia un apposito documento generalmente riconosciuto con la voce “riepiloghi annuali delle spese”. Grazie a questo documento sarà possibile aprire una panoramica sulle spese sostenute (riguardanti i costi del conto corrente) durante tutto l’anno. La banca invia tale documento tra gennaio e febbraio ogni anno.