Buoni fruttiferi postali novembre 2023: che interessi!

Il 27 ottobre scorso, Poste Italiane ha aggiornato i tassi di molti buoni fruttiferi postali che sono ancora oggi molto ma molto competitivi. 

Gli italiani credono ancora ai buoni fruttiferi, ma quali sono i loro punti di forza? Gli interessi che stanno crescendo in maniera esponenziale!

Buoni fruttiferi postali Finanza Rapisarda

Quelli più interessanti

Partiamo dalla cifra più alta di rendimento. I buoni fruttiferi postali che offrono tassi di interessi più elevati sono quelli dedicati ai minori. Possono essere regalati da una persona maggiorenne e intestati a un minore di massimo 16 anni e 6 mesi. Offrono il seguente rendimento annuo lordo: dopo 1 anno e 6 mesi, 2 e 3 anni il 2,50%, dopo 4 anni il 2,75%, dopo 5 anni il 3%, dopo 6 e 7 anni il 3,25% e dopo 8, 9, 10 e 11 anni il 3,50%. Infine dopo 12, 13, 14 e 15 anni il 4% e al termine del 16°, 17° e 18° anno il 4,50%.

Un occhio di riguardo ai baby investitori

In termini di convenienza c’è poi il  Buono  Rinnova dedicato  solo a chi ha rimborsato un titolo scaduto a partire dal 20 settembre ed entro il periodo di collocamento del buono ( occhio dal momento che verrà comunicato tale termine sulla Gazzetta Ufficiale). La durata è di 6 mesi ma si ha flessibilità di rimborso anche dopo 3 anni con il riconoscimento degli interessi maturati nel primo triennio. Il rendimento effettivo annuo lordo è del 2% dopo 3 anni mentre sale al   3,25% dopo 6.

Tra i buoni fruttiferi postali che rendono di più ci sono anche i 4×4 per investimenti fino a 16 anni. Il rimborso si può chiedere quando si vuole ma- qui fate davvero molta attenzione-  si ha diritto al riconoscimento degli interessi maturati solo dopo 4, 8 e 12 anni. Prima di questo periodo si riceve solo ed esclusivamente la cifra investita. Più nel dettaglio si ottiene l’1,50% dopo 4 anni, il 2% dopo 8 anni, il 2,25% dopo 12 anni e il 3% dopo 16 anni.

Buoni fruttiferi postali Finanza Rapisarda

Altri  Buoni  Fruttiferi Postali da non sottovalutare 

Con i buoni fruttiferi postali ordinari che durano 20 anni e i 3×4 per investimenti fino a dodici anni alla scadenza si ha un rendimento effettivo annuo lordo fino al 2,50%. I primi  offrono un rimborso più alto perché i tassi crescono nell’arco dei trent’anni fino ad arrivare al 2,50%, mentre i secondi offrono  l’1,25% lordo dopo il terzo anno, l’1,75% dopo il sesto anno, il 2,25% dopo il settimo  anno e il 2,50% al termine del nono anno.

Infine, ci sono i buoni fruttiferi postali 3 anni Plus , che come è facile capire fin dal nome  durano 3 anni, che offrono un rendimento lordo a scadenza dell’1,50% e 3×2  che durano 6 anni   che offrono alla scadenza un rendimento massimo lordo del 2%.

Ci sono poi i bfp Risparmio Sostenibile e qui stiamo parlando di investimenti che possono durare fino ai 7 anni e che  al termine offrono non solo un tasso di interesse lordo dell’1,50% ma anche un eventuale premio legato all’andamento, se positivo, dell’indice STOXX Europe 600EGS-X.

Dulcis in fundo, c’è il buono fruttifero postale Risparmio Semplice che dura 4 anni e che è sottoscrivibile solo se. quindi qui leggete bene-  si attiva il piano Risparmio Semplice. Offre un tasso di rendimento standard dell’1,50% e del 2,50% premiale,  ovvero se si raggiungono minimo 24 sottoscrizioni periodiche.