Quoziente familiare: nuovi aiuti del governo per le famiglie

Il governo Meloni ha indetto un nuovo aiuto: il quoziente familiare per il calcolo dell’Irpef. Quali sono i vantaggi che potrebbe apportare?

Il sistema terrà conto del carico familiare dei cittadini per il pagamento delle tasse.

quoziente familiare
I nuovi progetti del Premier per le famiglie – finanzarapisarda.com

Non è una novità che le scelte del nuovo Premier siano a favore delle famiglie. Infatti, nelle ultime ore si sta valutando l’ipotesi di introdurre una nuova categoria di aiuti alle famiglie: il quoziente familiare. Tale quoziente prevede un sistema di tassazione che diminuisce all’aumentare dei componenti che fanno parte dello stesso nucleo familiare. Alla base di tale decisione non vi è solo la necessità di aiutare le famiglie italiane, ma anche trovare una soluzione al basso tasso di natalità della penisola. Secondo i dati Istat dello scorso anno, sono stati registrati nuovi record negativi di nascite nel nostro paese. Per la prima volta, dal 1861, la quota si è assestata sotto i 400mila nascituri nel 2021. Dunque, nelle intenzioni della Meloni vi è anche quella di incentivare le famiglie italiane alla natalità.

Cosa s’intende per quoziente familiare?

Innanzitutto bisogna sottolineare che l’attuale sistema di tassazione Irpef si basa sul reddito del singolo contribuente. Come cambieranno le cose con il sistema del quoziente familiare? Innanzitutto è prevista la somma dei redditi del nucleo familiare e la successiva divisione per numero di parti risultante dall’attribuzione di un coefficiente a ciascun componente. Insomma, un vero e proprio calcolo matematico potrebbe apportare importanti aiuti alle famiglie italiane, in quanto questo sistema tende a dare vantaggi alle famiglie più numerose.

giorgia meloni discorso
Il discorso di Giorgia Meloni – finanzarapisarda.com

L’equilibrio perfetto della riforma

Per farla breve, tale sistema di cui abbiamo parlato fin ora fa sì che la tassazione diminuisca all’aumentare dei componenti del nucleo familiare. Tra i vantaggi che le famiglie potrebbero trarre da tale riforma vi è l’imposizione fiscale più equa, con aliquote più basse. Si potrebbe ottenere, quindi, una riduzione delle imposte per chi ha carichi familiari importanti. Fin ora abbiamo evidenziato tutti i possibili vantaggi, ma sicuri che non si tratti di una favola idilliaca? In effetti ci sono alcune criticità in base a tale sistema. L’introduzione del quoziente familiare porterebbe con sé il rischio di recare svantaggi alle famiglie con redditi più bassi. Il risparmio effettivo in moneta potrebbe essere più alto per chi ha redditi più alti e più basso per chi ha redditi più bassi.