Tredicesima da 3mila euro prima di Natale? Ecco cosa devi fare

Il Premier Meloni istituisce un bonus da 3.000 euro esentasse ai dipendenti. Ecco come funziona e come accedervi.

E’ prevista una detassazione fino a 3.000 euro dei fringe benefit aziendali. Una novità per i lavoratori che si ritroveranno una liquidità sostanziosa.

bonus 3.000
Bonus 3.000 euro, ecco a chi spetta – finanzarapisarda.com

Tante sono le nuove misure economiche intraprese dal Premier Meloni, tutte volte a cercare di contenere l’emergenza economica che ha investito il nostro Paese. A spiegare ciò è proprio Giorgia Meloni che afferma: “C’è una norma che noi interpretiamo a sostegno del pagamento dei prezzi dell’energia e cioè l’estensione dei fringe benefit che il datore può aggiungere in busta paga che è esentasse e che è una sorta di tredicesima detassata”. Insomma, tali misure prese in carico serviranno a sostenere la situazione economica dei lavoratori. Le parole della Premier alludono ai fringe benefit, ma cosa sono in particolare?

Fringe benefit: facciamo chiarezza

Per molti potrebbe essere un concetto sconosciuto ma il significato che si cela dietro tale sostantivo è più che semplice. I fringe benefit sono dei veri e propri benefit aziendali che possono essere concessi anche singolarmente al dipendente. Per fare un semplice esempio, possono essere fringe benefit: l’auto aziendale, i buoni acquisto, l’assistenza sanitaria, polizze assicurative, concessione di prestiti, acquisti di Stock option (o azioni societarie), alloggi che il dipendente ha a disposizione. Insomma sono dei veri e propri vantaggi per ogni lavoratore che, oltre alla retribuzione mensile, ha la possibilità di ricevere ulteriori aiuti da parte del datore di lavoro.

richiesta bonus
La richiesta del bonus dovrà essere effettuata entro il 31 dicembre – finanzarapisarda.com

Chi può avere accesso al bonus e come richiederlo

Una volta chiarito cosa s’intende per fringe benefit, vediamo come si può richiedere il bonus di cui parlavamo a inizio articolo. Innanzitutto, il Ministero del Lavoro afferma che il bonus va richiesto direttamente al datore di lavoro entro una data prestabilita: il 31 dicembre. Tale bonus potrebbe essere considerato un vero e proprio vantaggio da entrambe le parti. Da una parte il lavoratore potrà ricevere una sostanziale tredicesima e, secondo le dichiarazioni del Ministero del Lavoro: “Il vantaggio è molto allettante per tutti. E’ chiaro che non c’è un obbligo, ma c’è sicuramente un incentivo fiscale: perché senza la nuova misura, se il datore volesse darti 3.000 euro in busta paga, dovrebbe pagarne 6.000”.