Bonus 550 euro dipendenti part-time in scadenza, chi può richiederlo all’Inps

È disponibile ancora per poco per i lavoratori part-time il Bonus 550, l’indennità una tantum che svolgono l’attività in forma ciclica verticale. Scadenza il 30 novembre 2022!

Bonus 550
Bonus 550 lavoratori part-time – finanzarapisarda.it

Si tratta di un’indennità già nominata nel decreto Aiuti D.L. 17 maggio 2022, numero 50 che deve essere richiesta dai lavoratori all’Inps. Chi può richiedere il Bonus 550? Come fare la domanda? Facciamo chiarezza.

Chi può richiedere il Bonus 550?

In aiuto dei lavoratori part-time ciclico verticale, c’è un aiuto concreto che non tutti conoscono. Si tratta di una misura finanziaria dedicata ai dipendenti delle aziende private, che nel 2021 risultano assunti con regolare contratto di lavoro a tempo parziale che comprende periodi privi di attività lavorativa pari ad almeno 30 giorni.

Chi ha diritto al Bonus 550? Tutti coloro che sono titolari del suddetto contratto con un’alternanza di lavoro e fermo di cui quest’ultimo è pari o superiore a 4 settimane. Bisogna tenere presente, però, che per i lavoratori iscritti al Fondo Pensioni Lavoratori dello Spettacolo, i tempi di occupazione e di non lavoro saranno calcolati in giornate.

Bonus
Bonus Inps 550 – finanzarapisarda.it

Come fare domanda per il Bonus 550 euro Inps?

Per richiedere il pagamento del Bonus dipendenti a tempo parziale, è necessario che il titolare del contratto di lavoro non riceva ulteriori agevolazioni e non svolga altre attività lavorative dipendenti. Inoltre non deve essere titolare di Pensione né ricevere Naspi. Tutti coloro che sono interessati e hanno i requisiti indicati, possono fare domanda telematica all’Inps entro fine novembre 2022.

Basta visitare il sito Inps e inoltrare la richiesta di 550 euro nell’apposita sezione. Se non si è in grado o si preferisce ottenere un aiuto diretto, è possibile utilizzare il servizio Inps di Contact Center Multicanale. Un’altra possibilità è quella di richiedere l’aiuto del CAF o Patronato in cui ci sono operatori preparati e competenti. Negli uffici preposti si possono avere informazioni e, su richiesta, gli addetti inviano la domanda per il Bonus lavoratori part-time ciclico verticale all’Istituto Nazionale Previdenza Sociale.