Allarme salmonella: ritirato un lotto di insaccati, riportateli al venditore

Nuovi richiami alimentari in arrivo da parte del Ministero della Salute: ritirate dal mercato le salsicce stagionate Bartoloni Salumi.

Interi lotti sono stati sottoposti a sequestro, le analisi hanno rivelato la presenza di tracce di salmonella.

Salsiccia bartoloni
Ritiro dei salami stagionati, rischio salmonella – finanzarapisarda.com

Continua l’emergenza alimentare, questa volta vengono segnalati dei lotti inerenti ad un prodotto in particolare. Se possiedi tale prodotto non dovrai assolutamente mangiarlo. Le notizie arrivano direttamente dal Ministero della Salute che il 31 ottobre 2022 ha richiamato l’attenzione su un prodotto in particolare che potrebbe nuocere gravemente la salute di chi lo consuma. Il prodotto in questione è un insaccato di marca Bartoloni Carni e riguarda le salsicce stagionate. Il prodotto in questione viene venduto in confezioni sottovuoto da 2 kg e, in alcuni punti vendita, viene venduto anche separatamente in confezioni diverse da quella appena descritta.

Il motivo del richiamo

Il comunicato ufficiale del Ministero della Salute annunciava l’allerta per “non conformità microbiologica: presenza salmonella spp”. Il richiamo prevedeva anche il lotto in particolare ed è quello del 13/09/2022. La data di confezionamento è del 23/09/2022 mentre quella di scadenza è del 23/05/2023. La salsiccia stagionata in questione è prodotta dall’azienda Bartoloni Carni di Bartoloni Elisabette & C. snc, nello stabilimento di frazione Fogliano, a Spoleto, in provincia di Perugia. Per una maggiore accuratezza nell’identificazione, viene qui riportato anche il marchio di identificazione dello stabilimento o del produttore: IT-9-3190/L CE.

Salsiccia bartoloni
Salsiccia stagionata Bartoloni Carne – finanzarapisarda.com

Cosa fare se hai acquistato questo prodotto

Se hai acquistato tale prodotto la raccomandazione del Ministero della Salute nel suo comunicato è ben precisa: “I clienti che avessero acquistato tale prodotto sono pregati di non consumarlo e di restituirlo al Punto Vendita”. Nel momento in cui viene restituito il prodotto al punto vendita, con (anche senza) l’esibizione dello scontrino potrà anche richiedere il rimborso o la sostituzione del prodotto. Per chi avesse consumato tale prodotto dovrà avvertire nell’immediato il proprio medico curante per tutelare se stesso. La salmonella è un tipo di batterio che può dare origine all’intossicazione alimentare. I sintomi sono facilmente riconoscibili e includono: vomito, diarrea, febbre e crampi addominali. In genere la guarigione viene predisposta anche senza trattamento. Nei casi in cui l’infezione è più aggressiva potrebbe essere necessario l’immediato trattamento per evitare l’evoluzione in forme più gravi.